Querelle pubblicitaria tra Apple e Adobe

14 May

Continua la guerra tra Apple e Adobe, ma questa volta assume la forma di una vera e propria schermaglia pubblicitaria.
Come sapete, Apple ha deciso di non integrare Flash (di proprietà di Adobe) nei propri iPhone e iPad, creando risentimento in non poche persone.
In una lettera aperta Jobs ha poi spiegato come Flash sia una piattaforma “chiusa” e antiquata, rimpiazzabile tranquillamente con altri sistemi, come html5, uno standard aperto utilizzato anche da altre società, tra cui Microsoft e Google.
Senza inoltrarci in quelle che possono essere le reali motivazioni che hanno portato a questa scelta, quello che interessa qui è la risposta di Adobe: una campagna stampa apparsa su web e su un’intera pagina del Wall Street Journal in cui elenca le aziende, i valori e le tecnologie che ama, concludendo con la frase: “quello che non amiamo e quando qualcuno ti priva della libertà di scegliere cosa creare, come creare ed il modo in cui vivere il web”. Rivolto ovviamente ad Apple.

La risposta di Apple non tarda ad arrivare, ed è sferzante.

Non penso abbia bisogno di ulteriori commenti.

Bookmark and Share

Advertisements

One Response to “Querelle pubblicitaria tra Apple e Adobe”

  1. Giulius May 15, 2010 at 10:42 am #

    Spaziale !!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s