Archive | Guerrilla RSS feed for this section

Ritrovarsi in metropolitana. In mutande.

19 Jan

Eccoci alle prese con un’altra iniziativa di Improv Everywhere (di loro avevo già parlato qui e qui): in questo caso parliamo della 10th Annual No Pants Subway Ride, evento che ha coinvolto ben 48 città in 22 paesi del mondo e raccolto più di 5 mila persone.
Per l’occasione, tutti i partecipanti si sono tolti i pantaloni e hanno viaggiato in metropolitana, tranquillamente, come se nulla stesse accadendo, sotto gli sguardi perplessi e attoniti di tutti i passanti.
Sicuramente un modo diverso di passare la domenica, sia per chi ha partecipato, sia per chi si è trovato in metropolitana in quegli istanti.
Tutte le foto e i video delle passate edizioni le trovate qui.

[tweetmeme source= “copyare” only_single=false]

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

T-Mobile. Welcome Back, flashmob

7 Nov

Quando si parla di T-Mobile mi aspetto sempre tanto, lo ammetto. Ma come avere basse aspettative dopo quello che hanno fatto alla stazione di Liverpool e Trafalgar Square?
Certo sono un punto di riferimento quando si parla (e ancora se ne parla!) di Flashmob.
L’ultimo video forse non è all’altezza dei precedenti, ma vale la pena di guardarlo, se non altro per capire come fare un flashmob degno di questo nome.
Qui trovate il teaser dell’evento.

[tweetmeme source= “copyare” only_single=false]

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Oggi Dart Fener prende la metropolitana.

16 Jul

[tweetmeme source= “copyare” only_single=false]

Come reagireste se, mentre siete in metropolitana per andare al lavoro, vi trovaste di fronte un manipolo di Stormtroopers di Star Wars, seguito dal mitico e terribile Dart Fener?
È proprio quello che è accaduto a New York un paio di giorni fa, sotto gli occhi sbigottiti e divertiti dei viaggiatori: si tratta della nuova azione del gruppo Improv Everywhere (le cui gesta avevamo già seguito in passato), i quali hanno deciso di riproporre dal vivo una scena del famoso film di George Lucas.

Nel nostro caso le cose sono andate così: la principessa Leila sale in metropolitana, da sola, ed inizia a leggere una guida dal geniale titolo “Galactic Rebellion for Dummies”

dopo poche fermate ecco entrare i Stormtrooper, che si avvicinano alla principessa e la catturano, nello scompiglio creato dalle persone che stanno assistendo alla scena





ma non finisce qui: ecco entrare Dart Fener, passo lento e deciso



infine il gruppo esce, mentre le fotocamere vanno letteralmente a fuoco





Devo dire che ogni azione di questo gruppo mi lascia a bocca aperta, riuscendo ad essere sempre divertente e originale, per non parlare del grado di viralità che riesce a raggiungere in tutto il mondo.

Like This!

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Guerrilla a favore del porno su iPad.

10 Jun

Oramai sappiamo tutti che lunedì 7 giugno si è tenuto il keynote Apple in cui è stato presentato il nuovo iPhone 4, oltre a tante altre cose.
Non tutti sanno tuttavia quello che è accaduto fuori dal Moscone Center di San Francisco, sede dell’evento: due ragazzi hanno “modificato” tutte le affissioni in cui compariva un iPad, in modo che richiamassero il tema del porno.
Perchè?
Perchè le polemiche sulle restrizioni di utilizzo del tablet Apple imposte dalla casa madre non vanno proprio giù ad alcuni. In questo caso l’azione prende spunto da un passaggio all’interno di una mail, in cui Steve Jobs risponde ad alcune accuse mosse da un blogger (Tate di Gawker.com) nei confronti di iPad:

“Sì, libertà dai programmi che rubano i tuoi dati. Libertà dai programmi che divorano la batteria. Libertà dal porno. Sì, libertà. the times they are a changin’, e i tradizionalisti del PC si sentono come se il loro mondo gli stesse sfuggendo. E’ quel che sta accadendo.”

Ebbene, questo gruppo ha pensato di dover rivendicare la propria libertà di accedere a siti di ogni genere dal proprio tablet Apple creando quest’azione di guerrilla, che potete vedere nel video seguente.

Divertente anche il commento che hanno lasciato sulla pagina vimeo:

Dear Steve,

You don’t want people looking at vaginas on the tablet you named after a feminine hygiene product? Something smells fishy.

Sincerely,

Dudes who like porn
P.S. If you agree that porn is great, you should send your favorite vids to sjobs@apple.com

Si fa riferimento, in questo caso, anche al fatto che “pad” (come avevamo visto in occasione di uno spoof tempo fa) significa anche “assorbente femminile”.
Ovviamente quest’azione è volutamente provocatoria, scorretta per certi versi, ma lascia aperta la questione delle restrizioni che vincolano i prodotti della casa di Cupertino, e che pare siano sotto esame anche dell’Antitrust americana.
Il gruppo ha aperto anche un sito, in cui potete trovare tutti i contenuti e le foto dell’azione.

Bookmark and Share

Flashmob contro il nucleare.

27 May

Purtroppo non ho molto tempo a disposizione oggi, per cui vi posto solamente questo video che, nonostante parli dell’ennesimo flashmob, mi è sembrato piuttosto interessante.
Si tratta di una campagna svizzera contro l’utilizzo dell’energia nucleare.

A voi i commenti.

Bookmark and Share

I Ghostbusters sono tornati.

21 May

Sono tornati.
Dopo più di 25 anni, i mitici Ghostbuster sono entrati nella New York Public Library alla ricerca dell’ultima minaccia fantasma che si aggira in città.
Come molti di voi ricorderanno, la prima scena del film, girato nel 1984, iniziava proprio in quella biblioteca: si trattava del primo incarico per i mitici Egon, Ray e Peter (Winston si aggiungerà in seguito): ora come allora, è la stessa biblioteca che si affida a loro per la propria sopravvivenza.
A seguito dei tagli ai finanziamenti infatti, la struttura ha sentito l’esigenza di aumentare il flusso di lettori e la visibilità, ricordando ai concittadini quanto fosse importante la propria presenza in città: per fare questo ha chiamato Improv Everywhere, un gruppo specializzato nell’organizzazione di situazioni e “scene di sconvolgimento” in luoghi pubblici, i quali hanno ideato un remake “vivente” del film. Certamente la loro idea non è passata inosservata, guadagnandosi larga visibilità in tutti i media e generando un passaparola molto forte.
Questo il video della performance.

Non era la prima volta che il gruppo agiva nei pressi della New York Public Library: nel 2002 aveva organizzato un’altra performance, Writers Against Piracy, nonostante non fosse stata autorizzata dalle autorità.

Ecco alcune foto che mostrano come si è svolta la loro ultima azione, prese dal loro sito.








Bookmark and Share

Greenpeace vs. KitKat atto II

23 Apr
Greenpeace porta la sua seconda bordata a Nestlè, e si tratta di qualcosa di grosso: ha letteralmente invaso l’ultima assemblea degli azionisti della multinazionale svizzera. Un agguato in pieno giorno.
Per chi non avesse seguito la storia, Greenpeace ha denunciato un mesetto fa i disastri ambientali causati dalla produzione del celebre Kit Kat.
In sostanza la Nestlè, proprietaria del marchio, si appoggerebbe ad un colosso indonesiano per la produzione dell’olio di palma necessario per ottenere lo snack. Il problema è che questa azienda non si fa scrupolo a devastare la foresta pluviale del proprio paese, minacciando la sopravvivenza delle popolazioni locali e portando fatalmente gli oranghi verso l’estinzione.
Ecco il video dell’evento

Se vi siete persi il primo atto, eccolo.

Bookmark and Share