Archive | Mobile RSS feed for this section

Ok Go e la GPS Parade firmata Range Rover

20 Dec

Dare nuova forma ai propri spostamenti, dare nuova forma al concetto di GPS: questo è il concetto che sta dietro al progetto “Pulse of The City” di Range Rover.
Scaricando l’applicazione sul proprio smartphone, è possibile tracciare il proprio percorso in città o per il mondo (se si pensa in grande) per voi rivederlo in maniera graficamente creativa.
Si possono così creare frasi, immagini, simboli semplicemente camminando: così nasce l’idea degli Ok Go di fare una GPS Parade, di disegnare con un navigatore satellitare il proprio nome utilizzando come tela le strade di Los Angeles.
Il progetto è aperto comunque a tutti: sul sito trovate i viaggi e gli itinerari di coloro che hanno voluto cimentarsi nell’iniziativa.

[tweetmeme source= “copyare” only_single=false]

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Advertisements

iPhone 4G: Apple si fa virale?

20 Apr

In questi giorni imperversano le foto ed i filmati del nuovo iPhone 4G.

Doppia fotocamera, microfono anti rumore e chi più ne ha più ne metta.
Ma come è nata tutta la storia?
Partiamo dall’inizio.
L’estate scorsa, in luglio, era apparsa la notizia secondo cui un dipendente della Foxconn (partner Apple di Taiwan) di 25 anni si era suicidato dopo la sparizione di uno dei prototipi iPhone 4g di cui era responsabile.
Ed iniziarono a girare le prime indiscrezioni.
Mettendo da parta le tragiche conseguenze di questa vicenda, per cui la Foxconn era stata – giustamente – incolpata, il meccanismo era avviato.
Dopo otto mesi ci troviamo di fronte ad una persona che, complice l’alcool, avrebbe dimenticato il prototipo in un pub.
Che strano, mi dico, le stesse modalità di ritrovamento della sceneggiatura dell’ultimo episodio di Henry Potter: serata alcoolica, un pub, ed una persona sbadata.
E se fosse in entrambi i casi qualcosa di studiato a tavolino?
Rendi una cosa affasciante e fortuita, ed il passaparola su internet fa il resto.
Ovvero: come far parlare di sè a costo zero.
Per rendere più affascinante la storia, mettici pure una lettera di Bruce Sewell di Apple a GizMondo che richiede formalmente la restituzione dell’apparecchio, ed il gioco è fatto.
In questo pare che Apple abbia dimostrato ancora una volta di conoscere e padroneggiare la comunicazione non convenzionale attuale.
Charamente, ogni sviluppo successivo sarà pubblicità gratuita.
Ovviamente, con questo post, anch’io faccio la mia parte.

Bookmark and Share

iAd: l’advertising targato Apple

29 Mar

Pare che la notizia sarà ufficializzata il prossimo 7 Aprile, e che sia una vera e propria bomba, la “next big thing” targata Apple
Dopo iPad, la rivoluzione tocca l’advertising.
Si chiama iAd, ed è un sistema mobile di advertising personalizzata.
In questo modo l’azienda di Cupertino intende sfidare apertamente Google in un mercato in cui quest’ultima ha da sempre fatto la parte del leone, basti pensare ai sistemi Adsense ed Adwords, considerati oramai dei “classici” nel sistema dell’advertising digitale.
La novità di Apple risiederebbe nel geolocalizzatore presente in tutti i suoi prodotti: grazie ad esso, è possibile inviare messaggi pubblicitari a categorie sempre più precise di utenti, anche in base alla posizione in cui si trovano in un dato momento.
Per maggiori dettagli vi consiglio di leggere qui.
Considerando la quantità di apparecchi venduti da Apple, tra iPhone, iPad, iPod ecc., il sistema potrebbe rivelarsi in futuro uno strumento parecchio utile per la comunicazione di prodotto.
Il tutto accade proprio mentre leggo che in Inghilterra gli investimenti in adv web hanno superato (finalmente) quelli su TV tradizionale.